NICOLA EVANGELISTI

| SEZIONE LIGHT ART |

Struttura spaziale ICE
Ogni forma in natura è generata da una turbolenza perché niente è realmente statico, vortici, esplosioni, galassie che si formano e si distruggono. Anche la dura pietra è stata un fiume di lava, come il ghiaccio è stato pioggia e vapore acqueo. Nel farsi e disfarsi della materia si innesta la vita di tante creature viventi che nella loro totalità e continuità evolutiva costituiscono il concetto di eternità e immortalità.

| ICE |

NICOLA EVANGELISTI
Nasce a Bologna nel 1972. Nel 2000 si diplomai scultura presso l’Accademia di Belle Arti. A partire dal 1995 sviluppa un percorso artistico in cui la luce artificiale si fa protagonista. La riflessione su temi scientifici e filosofici lo porta a elaborare Strutture Spaziali e Ipotesi Cosmiche, che costituiscono visualizzazioni ed estrinsecazioni di principi formalizzabili in termini matematici. Uno dei suoi principali e recenti cicli di lavoro riguarda il rapporto della luce con i simboli e le conseguenti significazioni, legate specialmente all’immaginario visivo geometrico e ai suoi rimandi all’antica storiografia del sacro. Le sue opere entrano a far parte di importanti collezioni private.

CONDIVIDI SU

SPONSOR

BIENNALE LIGHT ART
CASA DEL MANTEGNA
26.09.2020 – 07.10.2021

CURATORE GENERALE
Vittorio Erlindo

CURATORI BLACK LIGHT
Gisella Gellini, Gaetano Corica
CURATORE LIGHT ART
Vittorio Erlindo

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Angelo Panerari

UFFICIO COMUNICAZIONE
Maria Chiara Salvanelli, Valentina Bosi

CREDITI FOTOGRAFICI
Paolo Bernini, Paolo Compagni,
Gaetano Corica, Giuliana Cunéaz,
Elia Festa, Giorgio Pizzagalli, Gianni Vaccaro,
Elisabetta Pirozzi

RINGRAZIAMENTI
Franco Amadei
Maurizio Lionetti
Simone Baratti
Mario Beschi
Mario Contili
Salvatore Grillo
Giuliana Guerreschi
Fabiana Mancinelli
Ferruccio Pecchioni
Massimo Pirotti
Roberta Sironi
Aldo Vincenzi
CEPIA