BIENNALE LIGHT ART 2022

MAX MARRA

| IL GREMBO NEGATO |

I cicli artistici “Bianchi Miraggi” e “Corpo Cosmos” si completano in questa nuova installazione dove l’opera polimaterica si fa portatrice del concetto di infinito etereo, leggerezza e luce purificatrice. Una risonanza antica, un battito primordiale. Luce pulsante che genera vita e che ci accompagna per tutta l’esistenza terrena in un atto meditativo involontario.
La Terra, madre per eccellenza, espressione di forza generatrice capace di nutrire, amare, patire per l’umanità e accoglierla in un sogno di continuità e pace.

MAX MARRA
Nasce a Paola (Cs). Nel 1950 negli anni ‘70 si trasferisce a Milano e opera a Lissone. Artista multidisciplinare dagli anni’ 80 indirizza la propria ricerca verso l’interazione e la contaminazione linguistica di disegno, pittura e scultura, utilizzando una comunica-zione poetica che si coniuga al linguaggio delle avanguardie storiche e trova riscontro nelle radici espressive dell’arte europea. Nella sua ricerca l’idea di manufatto artistico, sia esso multiforme o polimaterico, talvolta è inteso come infinito etereo di leggerezza luce purificatrice. È tra gli artisti contemporanei che offre all’analisi una corposa attività di sperimentazione. La sua ricerca indaga l’organicità, il ritmo strutturale e profondo della materia, ma anche le possibilità comunicative offerte dal segno grafico e dal disegno. Rea-lizza oltre quaranta personali partecipa a rassegne nazionali ed internazionali, esposto in gallerie private e istituzioni pubbliche e importanti fiere. È presente con opere polimateriche e disegni in collezioni internazionali e musei.

CONDIVIDI SU

BIENNALE LIGHT ART
CASA DEL MANTEGNA
27.05 – 28.08.2022

CURATORE GENERALE
Vittorio Erlindo

ORGANIZZAZIONE MOSTRA
Bassi Beatrice
Angelo Panerari

UFFICIO COMUNICAZIONE
Beatrice Bassi

CREDITI FOTOGRAFICI
Paolo Bernini Studio Nife
Elisabetta Pirozzi
Claudio Compagni
Barbara Silvestri

RINGRAZIAMENTI
Franco Amadei
Romano Frignani
Antonella Mantovani
Maurizio Lionetti