MASSIMO HACHEN

| SEZIONE BLACK LIGHT |

Le composizioni contenute nei quadri sono delle strutture a rilevo in cartone vegetale che, viste frontalmente, appaiono come delle linguette di colore bianco regolarmente disposte sul piano. Il dorso di queste linguette è invece colorato con pitture fluorescenti ma non risulta visibile.
Nel momento in cui interviene la luce ultravioletta, il colore nascosto si manifesta e riflettendosi genera per aggregazione cromatica, secondo la Gestalt, quattro pattern differenti, che spariscono quando si riaccendono le sole luci bianche.

| Einstein on the switch |

MASSIMO HACHEN
Nasce nel 1952 a Milano; architetto e designer, all’inizio del nuovo se-colo, ha affiancato alla sua professione una propria produzione artistica, applicando quei valori di semplicità e di rigore geometrico, trasmessigli da Nino Di Salvatore e Bruno Munari, di cui è stato allievo. Le sue opere sono ispirate dall’esperienza maturata nel campo della psicologia della forma e della percezione visiva, di cui è docente presso il Politecnico di Milano e altri istituti universitari in Italia e al-l’estero, e su cui ha pubblicato alcuni testi. Utilizzando una tecnica personale “sotto vetro” ha dipinto opere astratte vicine all’arte concreta, di grande effetto spaziale esposte in mostre sia personali che collettive, o presenti in collezioni private, a Milano, Vercelli, Venezia e Bologna. In periodi più recenti ha realizzato sculture in materiali compositi illuminate da luci laser, che giocano su rapporti che possono esistere tra suono e forma. Le sue ultime creazioni utilizzano due fonti luminose opposte per generare differenti pattern cromatici attraverso la luce riflessa, con riferimenti diretti alla Gestalt.

CONDIVIDI SU

SPONSOR

BIENNALE LIGHT ART
CASA DEL MANTEGNA
26.09.2020 – 07.10.2021

CURATORE GENERALE
Vittorio Erlindo

CURATORI BLACK LIGHT
Gisella Gellini, Gaetano Corica
CURATORE LIGHT ART
Vittorio Erlindo

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Angelo Panerari

UFFICIO COMUNICAZIONE
Maria Chiara Salvanelli, Valentina Bosi

CREDITI FOTOGRAFICI
Paolo Bernini, Paolo Compagni,
Gaetano Corica, Giuliana Cunéaz,
Elia Festa, Giorgio Pizzagalli, Gianni Vaccaro,
Elisabetta Pirozzi

RINGRAZIAMENTI
Franco Amadei
Maurizio Lionetti
Simone Baratti
Mario Beschi
Mario Contili
Salvatore Grillo
Giuliana Guerreschi
Fabiana Mancinelli
Ferruccio Pecchioni
Massimo Pirotti
Roberta Sironi
Aldo Vincenzi
CEPIA