MARCO LODOLA

| SEZIONE LIGHT ART Giardino |

Tra le stupefacenti evoluzioni delle mie opere, Lanterna verde fa riferimento alle nuanches utilizzati da Andrea Mantegna. Una ballerina ed i suoi luminescenti passi di danza, diffondono luce nello specifico luogo: la casa del Mantegna nonché Museo. Opera creata come omaggio in dialogo continuo tra ambiente e scultura.

| LANTERNA VERDE |

MARCO LODOLA
Nasce a Dorno (Pavia). Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze e Milano, discutendo una tesi sui Fauves, che con Matisse Fortunato Depero ed il Beato Angelico saranno punti di riferimento per il suo lavoro. Agli inizi degli anni ‘80 intorno alla Galleria di Luciano Inga Pin, a Milano, fonda il gruppo dei Nuovi Futuristi, di cui il critico Renato Barilli è stato il principale teorico. Dal 1983 ha esposto o collocato opere permanenti in molte città italiane e grandi capitali del mondo: Roma, Carpi, Milano, Firenze, Bologna, Lione, Vienna, Madrid, Barcellona, Parigi, Amsterdam, Pechino, Montecarlo, Palermo, Venezia, Bruxelles, san Paolo del Brasile, Rio de Janeiro, Città del Messico, Guadalajara, Riccione, Faenza, Paestum, Pavia, San Paulo do Brasile, La Versiliana, Rovereto, Ginevra, Portofino; Mosca; Cosenza; Buenos Aires; Alessandria; Ha partecipato ad esposizioni e a progetti per: Swatch, Coca Cola, Vini Ferrari, Titan, Grafoplast, Harley Davidson, Ducati, Riva, Illy, Francis – Francis, Dash, Carlsberg, Nonino, Valentino, Coveri, Fabbri, I Mirabili, Shenker, Seat, Lauretana, Smemoranda, Gierre Milano e Calze Gallo, Ferrarelle, Saatchi & Saatchi; Birra Moretti; Mirabili; Volkswagen; Air One; Fiat Avio; Arci, Maggio Fiorentino; Casinò di Sanremo; Stav; Rock’n’Music Planet, Mirafiori MotorVillage, Citroen; Giuliano Fujiwara; Vi-vienne Westwood; Dash; Sanrio-Hello Kitty; Mondadori, Teatro del Silenzio; Borsalino; Di-verse le sue collaborazioni con scrittori contemporanei tra cui: Aldo Busi, Claudio Apone, Marco Lodoli, Giuseppe Pulina, Tiziano Scarpa e Giuseppe Cederna, e con musicisti: gli 883 di Max Pezzali, Timoria, Gianluca Grignani, Jo-vanotti, Andy (Bluvertigo), Syria, Nick the Night-fly,Steve Vai RON. Negramaro, Negli anni ha realizzato loghi, scenografie e immagini per trasmissioni televisive, film, concerti e spettacoli teatrali: “Speciale per voi…” di Renzo Arbore, ”Roxy bar” per Red Ronnie, “Metropolis” “Mo-deland”, “Questa notte è ancora nostra”, “Backward”, “XFACTOR”, ”Ti presento un amico” “Maschi contro Femmine”, ”Chiedo Scusa al Signor Gaber”, ”Lasciati Andare”, Scenografie per i concerti di Danilo Rea, Gino Paoli, Paolo Rossi Partecipa a: due Biennali di Venezia; Expo Internazionale di Shangai; EXPO ITALIA, e negli ultimi tre anni colloca sue opere: nella Reggia di Caserta “Tempus-Time”, in facciata del teatro Ariston di Sanremo “il volto degli altri”, a Palazzo Magnani di Reggio Emilia “L’arte del gioco”, alla 58a Biennale di Venezia – Arsenale scultura luminosa “Hello Goodbye” ad Alassio “Il giardino dei sogni Luminosi”, al Teatro Ariston di Sanremo omaggio a Domenico Modugno , al Mart di Rovereto installazione “Circled”.

CONDIVIDI SU

SPONSOR

BIENNALE LIGHT ART
CASA DEL MANTEGNA
26.09.2020 – 07.10.2021

CURATORE GENERALE
Vittorio Erlindo

CURATORI BLACK LIGHT
Gisella Gellini, Gaetano Corica
CURATORE LIGHT ART
Vittorio Erlindo

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Angelo Panerari

UFFICIO COMUNICAZIONE
Maria Chiara Salvanelli, Valentina Bosi

CREDITI FOTOGRAFICI
Paolo Bernini, Paolo Compagni,
Gaetano Corica, Giuliana Cunéaz,
Elia Festa, Giorgio Pizzagalli, Gianni Vaccaro,
Elisabetta Pirozzi

RINGRAZIAMENTI
Franco Amadei
Maurizio Lionetti
Simone Baratti
Mario Beschi
Mario Contili
Salvatore Grillo
Giuliana Guerreschi
Fabiana Mancinelli
Ferruccio Pecchioni
Massimo Pirotti
Roberta Sironi
Aldo Vincenzi
CEPIA