FRANCESCA ROMANO
PIETRO PIRELLI

| SEZIONE LIGHT ART |

La Sposa è la luce nella notte, è la forza prorompente della vita che riemerge dalle tenebre. Essa simboleggia tutte le anime ferite e i corpi martoriati, è la magnifica rappresentazione di colei che incondizionatamente si apre all’altro. È la dea che tende il viso al cielo e comprime le labbra e gli occhi davanti alle atrocità della vita. L’amore degenera fino a ferirle il corpo e l’anima, ma l’eleganza innata e la forza che la contraddistinguono continuano a risplendere nonostante tutto, tanto da circondarla di una luce quasi mistica. I vetri che la trafiggono la elevano verso l’alto, la rendono divina.

| LA SPOSA |

Glass Blues riverberi di luce e suono sulla Sposa di Francesca Romano. Il vestito di vetro della sposa di Francesca Romano attrae e allo stesso tempo respinge, come i suoni taglienti della musica che ho composto ad accompagnare l’installazione. Sono suoni di vetro che si trasformano in un malinconico blues. Lentamente il vestito è penetrato da un aguzzo raggio laser, al quale la Sposa risponde riverberando una musica di luce sulle pareti della Casa del Mantegna

| GLASS BLUES |

FRANCESCA ROMANO
Nasce a Mileto nel 1960. Nel 1983 si laurea in Production Design all’Accademia di Belle Arti di Brera. Presto manifesta un particolare gusto artistico, viene coinvolta nelle più prestigiose produzioni della RAI, tra le quali “I Promessi Sposi” regia di Salvatore Nocita, “L’uomo dal fiore in bocca “regia di Marco Bellocchio. Nel 1993 firma la scenografia del suo primo film tv: “Servo d’amore” di Sandro Bolchi. Inizia così un’intensa collabora-zione con il mondo della fiction e del cinema. Fanno parte delle sue produzioni: “Il conto Montecristo”, regia di Ugo Gregoretti, “Rocco”, regia di Nicolò Bongiorno, “Magdalene’s Song”, regia di Mauro Campiotti. Nel 2010 – a Milano – la prima mostra personale, evento all’interno della manifestazione “Sguardi Altrove” presso Palazzo delle Stelline. Inizia ad esporre con successo in Italia a Venezia, Milano, Torino, Mantova e Treviso, in Germania – in occasione di Berliner Liste e in Francia – presso Espaceculture di Marseille. L’ultima esposizione personale (20 novembre/8 dicembre 2019) è “Gli Invisibili”, nella prestigiosa cornice dello Studio Museo Francesco Messina, Milano. Vive tra Milano e Hannover.

PIETRO PIRELLI
Musicista e artista visivo, liutaio del suono e della luce. Socio fondatore di AGON, è compositore e percussionista. Sem-pre partendo dall’approccio musicale, Pirelli ha incluso la luce nella sua ricerca artistica, creando opere visive e performance multi-sensoriali. Pirelli trasforma poeticamente la percezione dello spazio, mettendosi ogni volta in relazione con i contesti che ospitano le sue opere, suonando luce e suono oppure offrendo un’esperienza immersiva al pubblico, ospite delle sue installazioni multisensoriali. Ha operato in teatri e sale da concerto, ma anche in musei, antichi palazzi, chiese, luoghi spirituali, strade, ponti e ambienti naturali. Presente in gallerie d’arte con mostre personali e collettive. Pirelli si è inventato e costruito i propri strumenti con materie come la pietra, la luce laser, l’acqua, il ghiaccio. Tra le creazioni: Vertical Circular, Musica in Voga, Arpa di Luce (con Gianpietro Grossi), Idrofoni, Suono Liberato, Artificiale-Naturale e Idrofanie. Tra i Paesi: Italia, Germania, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Stati Uniti, Brasile, Corea del Sud, Giappone, India, Israele. Tra le Istituzioni: Milano Musica, Piccolo Teatro, Chiesa di San Celso, Castello Sforzesco, Teatro Franco Parenti a Milano. Ravenna Festival, Macro e Palazzo Venezia a Roma, Biennale Musica Venezia, Pio Monte della Misericordia Napoli…. Luminale Frankfurt, chiesa Sankt Peter Colonia, Tempio di Kamakura e Teatro Metropolitan a Tokyo.

CONDIVIDI SU

SPONSOR

BIENNALE LIGHT ART
CASA DEL MANTEGNA
26.09.2020 – 07.10.2021

CURATORE GENERALE
Vittorio Erlindo

CURATORI BLACK LIGHT
Gisella Gellini, Gaetano Corica
CURATORE LIGHT ART
Vittorio Erlindo

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Angelo Panerari

UFFICIO COMUNICAZIONE
Maria Chiara Salvanelli, Valentina Bosi

CREDITI FOTOGRAFICI
Paolo Bernini, Paolo Compagni,
Gaetano Corica, Giuliana Cunéaz,
Elia Festa, Giorgio Pizzagalli, Gianni Vaccaro,
Elisabetta Pirozzi

RINGRAZIAMENTI
Franco Amadei
Maurizio Lionetti
Simone Baratti
Mario Beschi
Mario Contili
Salvatore Grillo
Giuliana Guerreschi
Fabiana Mancinelli
Ferruccio Pecchioni
Massimo Pirotti
Roberta Sironi
Aldo Vincenzi
CEPIA